Antiche mani


[:it]Antiche mani

Carboncino su carta

Dimensioni 29×21
Ho rifatto questo soggetto già disegnato tempo fa e pubblicato su Facebook . Stavolta è leggermente diverso sia come forma che nella tecnica anche se molto simile. L’altra volta il disegno era accompagnato da un testo che mi era stato ispirato dallo stesso processo di disegnare

Antiche mani

Ho visto quelle mani,….antiche…., una nascosta, immobile da anni, l’altra come sorella maggiore a proteggere.

Ho scavato, disegnando quelle rughe una ad una, nella memoria.

Ho visto tendini, vene, sangue, passione e sofferenza, ho visto allegria, tanto dolore,…..immagini….. che scorrevano come un film, il suo film , mentre sul foglio mi appariva il rilievo, il chiaroscuro di una vita trascorsa

e mi sono rivisto…..figlio, ancora giovane, nonostante l’età, perché quelle antiche mani sono ancora là, miracolosamente vive, come a frapporsi, ad arginare, ad opporsi al tempo che passa, 

in un inconscio ed impossibile estremo atto d’amore materno.

Sono le mani della mia anziana madre affetta da emiparesi destra in seguito ad ictus che la colpì nel lontano 1993.

Sono questi i disegni che amo, superfici piene di linee, chiaroscuri, complicazioni visive varie che strutturalmente esprimono un mondo complesso che cerca di esprimersi creando forme e significato[:en]Carboncino su carta

Dimensioni 29×21

Ho rifatto questo soggetto già disegnato tempo fa e pubblicato su Facebook . Stavolta è leggermente diverso sia come forma che nella tecnica anche se molto simile. L’altra volta il disegno era accompagnato da un testo che mi era stato ispirato dallo stesso processo di disegnare

Antiche mani

Ho visto quelle mani,….antiche…., una nascosta, immobile da anni, l’altra come sorella maggiore a proteggere.

Ho scavato, disegnando quelle rughe una ad una, nella memoria.

Ho visto tendini, vene, sangue, passione e sofferenza, ho visto allegria, tanto dolore,…..immagini….. che scorrevano come un film, il suo film , mentre sul foglio mi appariva il rilievo, il chiaroscuro di una vita trascorsa

e mi sono rivisto…..figlio, ancora giovane, nonostante l’età, perché quelle antiche mani sono ancora là, miracolosamente vive, come a frapporsi, ad arginare, ad opporsi al tempo che passa, 

in un inconscio ed impossibile estremo atto d’amore materno.

Sono le mani della mia anziana madre affetta da emiparesi destra in seguito ad ictus che la colpì nel lontano 1993.

Sono questi i disegni che amo, superfici piene di linee, chiaroscuri, complicazioni visive varie che strutturalmente esprimono un mondo complesso che cerca di esprimersi creando forme e significato[:]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.